consente quindi di introdurre nella vostra attività clinica tecniche proprie dell’ ingegneria che oggi si addentrano in spazi un tempo esclusivi della medicina che sempre più spesso condivide con essa i modelli matematici più avanzati, evidenziando il desiderio di utilizzare tutte le conoscenze sviluppate in secoli di ricerca per iniziare a simulare in modo attendibile la più complessa e stupefacente “macchina” con la quale abbiamo a che fare, il nostro corpo.